Pubblicato da: listacivicavapriese | aprile 14, 2011

PROSPETTIVE PER L’OSPEDALE DI VAPRIO: INTERVISTA ALL’ASSESSORE AI SERVIZI SOCIALI: EUGENIO CREMONESI

Il tema Ospedale è da sempre al centro delle attenzioni delle Amministrazioni che si sono succedute nel tempo. Alla luce delle nomine dei nuovi direttori generali, che resteranno in carica 5 anni, dell’azienda ospedaliera (AO) di Melegnano e della ASL MI2 quali sono le
prospettive per il nostro ospedale e, più in generale, per il distretto 8 dell’ASL MI2?

Sin dal primo momento delle nomine dei 2 nuovi Direttori abbiamo cercato a vari livelli di sollecitare l’incontro tra gli amministratori dei comuni del distretto ed i nuovi direttori nellac onvinzione che la durata del loro mandato fosse la condizione ideale per poter avviare una riflessione programmatica seria nell’ambito socio sanitario sul nostro territorio.
La risposta dei direttori è stata sollecita e alla fine di Marzo abbiamo avuto un incontro congiunto con i due Direttori Generali.

E quali sono state, in concreto, le conclusione di questo incontro?

A livello di distretto socio sanitario il Dir. Gen. Dr. Pellegata ci ha innanzitutto rassicurati sul fatto che il distretto 8, nonostante la diminuzione numerica degli abitanti causata dall’uscita dei Comuni di Cornate, Basiano e Roncello passati alla ASL di Monza Brianza, resterà autonomo e non verrà inglobato in altri distretti.
Abbiamo poi sollevato i due temi più critici già emersi in sede di assemblea distrettuale e cioè:
• la gestione dell’emergenza sul nostro territorio
• la questione dei pazienti dializzati e del loro trasporto verso i centri di dialisi.

Per quanto riguarda la gestione dell’emergenza la Dir. Gen. si è presa la responsabilità di organizzare a breve un incontro tra gli amministratori e la AREU che è l’agenzia regionale deputata alla gestione dell’Emergenza Urgenza in regione Lombardia.

Per quanto riguarda il problema dei pazienti in dialisi il Dr. Pellegata ha confermato la disponibilità della ASL a sostenere il progetto dell’azienda ospedaliera di realizzare un reparto dialisi presso l’ospedale di Vaprio.

E’ possibile avere maggiori dettagli sull’opportunità di realizzare presso l’Ospedale di Vaprio
un reparto dialisi ?

L’aggiunta dei comuni staccatisi dall’AO di Vimercate ha creato un aumento di pazienti da sottoporre a trattamento dialitico verso le strutture della AO di Melegnano che operavano peraltro già al massimo delle capacità recettive, per cui si è reso necessario pensare ad un aumento dei
posti dialisi all’interno dell’AO di Melegnano.
La direzione strategica della AO di Melegnano, completando uno studio di fattibilità gia iniziato dalla precedente direzione, ha presentato un progetto che prevede la realizzazione di un servizio di dialisi presso l’Ospedale di Vaprio, soluzione che oltre a risolvere il problema dei pazienti da sottoporre a dialisi del distretto 8, risolverebbe anche il problema del trasporto degli stessi visto la contiguità dei comuni del distretto con il nostro Ospedale.

Oltre alla dialisi quali altri sviluppi si possono prevedere per l’ospedale di Vaprio?

Il piano programmatico per l’Ospedale di Vaprio presentato dal Dr Cordone, Dir. Gen. dell’AO di Melegnano, agli operatori sanitari di Vaprio, prevede inoltre la possibilità di localizzare da noi parte dei posti letto che le regole di sistema della Regione Lombardia impongono di realizzare a tutte le aziende ospedaliere regionali e che l’azienda di Melegnagno prevede di realizzare in parte a Vizzolo Predabissi ed in parte a Vaprio.
Questo posti vengono definiti LOW CARE e cioè a bassa intensità di cure. In pratica sarebbero posti da destinare a quei pazienti che pur essendo dimissibili da un reparto per acuti, non sono ancora in grado di essere dimessi al domicilio.
Viene previsto inoltre il potenziamento dell’attività ambulatoriale che dispone a breve l’apertura di tre nuovi ambulatori di Oculistica ( ortottista, ipovisione e piccola chirurgia) ed il mantenimento dei reparti di Medicina e Chirurgia confermando il possibile sviluppo della macroattività chirurgica a bassa intensità (day surgery).

In conclusione ritengo che si possa ragionevolmente prevedere che il nostro ospedale continui nel futuro a rappresentare una risposta seria ed affidabile ai bisogni sanitari dei cittadini non solo di Vaprio, ma anche dei comuni limitrofi così come è sempre stato e che, se ciò avverrà, parte del merito sarà da riconoscere anche a questa Amministrazione Comunale che ha sempre considerato prioritario nell’interesse della comunità che rappresenta, la difesa dell’ospedale di Vaprio.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: